Gnocchetti con branzino, gamberoni e cozze

L’ho adorato..veramente ho adorato questo piatto, il sugo è da leccarsi i baffi, così ricco di pesce, con la morbidezza degli gnocchetti..meglio che al ristorante e soprattutto veloce e facile da preparare.

Ancora adesso mentre scrivo sento il sapore di mare racchiuso in questo piatto.

Sono partita con l’idea di comprare del pesce ma senza idee precise, sapevo solo di voler preparare un sugo che ben avrebbe esaltato gli gnocchetti..e viceversa..

Ed ecco che vedo un ottimo branzino, compro qualche gamberone in più che ho usato per fare anche i miei spiedini con l’avocado (qui la ricetta 😊) e ci aggiungo delle cozze che secondo me con il loro sapore salino avrebbero dato quel tocco in più..e avevo ragione..se lo preparate in occasione di ospiti rimarranno sicuramente contenti!

Ingredienti per 6 persone:

Per gli gnocchi:

  • 1 kg di patate a pasta gialla
  • 300 gr di farina più eventualmente altra per raggiungere la giusta consistenza e dell’altra per impastare e infarinare gli gnocchi
  • 1 uovo
  • sale

Per il sugo:

  • 1 branzino di circa 400 gr
  • 400 gr cozze
  • 6 gamberoni
  • 1 spicchio aglio
  • 2 peperoncini secchi
  • 1 cucchiaio concentrato di pomodoro
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • un goccio di cognac
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale e pepe

Preparazione:

Preparate gli gnocchi. Come già detto nella ricetta dedicata agli gnocchi, io, forse da eretica, lesso le patate già tagliate a pezzetti 🙂 Sbucciate quindi le patate e tagliatele a pezzetti. Lessatele a vapore così che non si riempiano di acqua e toglietele quindi dal fuoco. Altrimenti cuocetele intere con la buccia e spellatele appena cotte.

Con uno schiaccia patate (o se non ce l’avete e siete in emergenza, armatevi di pazienza e schiacciatele con una forchetta) schiacciate su un piano da lavoro le patate. Aggiungeteci la farina e cominciate a mescolare. Salate e aggiungete anche l’uovo ed impastate.

Dipenderà dalle patate ma dovrete aggiungere farina finché otterrete un composto comunque appiccicoso ma lavorabile. Infarinate il piano di lavoro e tagliate la pasta in quattro parti. Formate dei lunghi rotolini, spessi quanto preferite, in base anche al condimento che avete preparato e ai vostri gusti e tagliateli a pezzetti di dimensioni il più simili possibile. Se volte potete passare ogni gnocco sui denti di una forchetta per dargli la classica forma rigata (o ancora meglio se avete l’apposito attrezzo per farlo!)

Non preoccupatevi se il composto e quindi gli gnocchi vi sembreranno molto morbidi, piuttosto infarinateli bene una volta tagliati in modo che non si appiccichino tra di loro; se aggiungete troppa farina infatti una volta cotti diventeranno come sassi.

Teneteli da parte e dedicatevi al sugo.

Tenete le cozze almeno un’ora in ammollo in acqua fredda e sale, meglio se tutta la notte, in modo che fuoriesca la sabbia. Pulite quindi le cozze togliendo la barbetta e pulendo bene i gusci e mettetele intanto in una ciotola.

Sgusciate i gamberoni e togliete l’intestino (il filetto nero), sciacquateli e tenete anche questi da parte.

Pulite il branzino, se non l’ha già fatto il vostro pescivendolo, togliendo le interiora e squamandolo. Pulitelo sotto acqua corrente e fatelo cuocere per 5 minuti a vapore in modo tale da togliere facilmente la pelle e ricavarne tutta la polpa.

Fate scaldare quindi un filo di olio in una padella con uno spicchio di aglio e due piccoli peperoncini secchi. Buttate quindi le cozze e sfumate con il vino, chiudete con il coperchio e lasciatele cuocere circa 5 minuti finché si apriranno. A questo punto toglietele dalla pentola e filtrate con un passino l’acqua che avranno rilasciato in un contenitore.

Aggiungete nella stessa padella i gamberoni a pezzetti e il branzino a pezzi, tanto si sfalderà in cottura.

Sfumate con il cognac, salate, pepate e mentre l’alcool starà evaporando, sgusciate le cozze, tenendone da parte qualcuna intera per decorare. Aggiungete anche queste al sugo.

Rimettete anche l’acqua di cottura delle cozze e il concentrato di pomodoro. Mescolate, assaggiate se il vostro sugo è giusto di sale e pepe (considerando che le cozze sono molto salate di suo) e lasciate cuocere giusto 5 minuti.

Nel frattempo, portate a bollore dell’acqua salata e tuffateci i vostri gnocchi, un po’ per volta e in più riprese. Quando l’acqua riprenderà a bollire e gli gnocchi cominceranno a risalire in superficie tirateli fuori con una schiumarola (o mestolo forato). Provate comunque a punzecchiarne prima uno con una forchetta per essere sicuri che siano pronti.

Mano a mano che li avrete scolate aggiungeteli al sugo e amalgamate bene. Quando saranno pronti finite con una spolverata abbondante di prezzemolo.

MERAVIGLIOSI, farete un successone! Il sugo ovviamente è eccezionale anche ad esempio con delle semplici linguine!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...